Ridurre il tempo di invio dei nostri files per la stampa

Spesso le foto da stampare sono tante e ottimizzare le immagini in funzione del formato di stampa scelto è un operazione che può farci risparmiare lunghissime (e a volte inutili) attese per il caricamento delle nostre foto.

Contrariamente a quanto si pensi, una maggior risoluzione del nostro file, non sempre corrisponde ad una migliore qualità di stampa.

La tecnologia digitale, per quanto riguarda gli apparecchi fotografici, ha fatto passi da gigante e, ora, anche una semplice fotocamera amatoriale riesce a darci risoluzioni impensabili fino a qualche tempo fa.

Ma ha senso inviare una foto scattata con 12 milioni di pixel per delle stampe formato 13×17? La risposta è no.

Vediamo perché e come fare per ottimizzare i nostri files in funzione del formato di stampa scelto.

Nell’esempio fatto sopra (foto scattata a 12 milioni di pixel 3000×4000) la risoluzione finale sul formato 13×17, sarebbe di circa 586 pixel per pollice.

Senza addentrarci in complicatissimi ragionamenti scentifici, basta dire che l’occhio umano non riesce a percepire la differenza tra una stampa a 586 ppi e una a 300 ppi quindi, anche se venisse stampata a questa risoluzione (586 ppi), il risultato visivo sarebbe identico a quello di una stampa a 300ppi.

Peraltro quest’ultimo valore (300ppi) è anch’esso un valore di riferimento a mio avviso ampiamente sovradimensionato nel caso di stampe a sviluppo chimico e quindi possiamo dire che 150/200 ppi sono un valore più che sufficiente a farci avere delle bellissime stampe (se non ci credete potete sempre fare una prova stampando due immagini uguali alle due risoluzioni citate.)

Vediamo come fare quindi per ridurre le dimensioni delle nostre immagini. Qui farò l’esempio in Photoshop, ma va bene qualsiasi altro programma di fotoritocco ( ne trovate uno gratis qui )

Come prima cosa vi suggerisco di salvare le immagini ridimensionate come una copia conservando il file originale nel caso volessimo poi stamparne degli ingrandimenti. Ma veniamo al dunque:

Apriamo il nostro file con il programma di fotoritocco e cerchiamo nei menù la voce “dimensione immagine”

menù dimensioni immagine

Cliccando sulla voce “dimensione immagine” ci apparirà la finestra con le informazioni sulle dimensioni dell’immagine

dimensioni immagine

Come possiamo vedere, ora l’immagine è composta da 12 milioni di pixel (Dimensione Pixel = larghezza 4000 x Altezza 3000 = 12.000.000)

A questo punto, basterà digitare il formato da stampare e la nuova risoluzione nei campi “dimensione documento” così

ridimensionamento immagine

Come potete vedere, inserendo le nuove dimensioni del documento, il numero di pixel dell’immagine cambierà automaticamente adeguandosi alla nuova dimensione del documento.

Non ci resta che salvare il nuovo file.

salva immagine

Fatto!!! Ripetete l’operazione con tutti i files da stampare e avrete “snellito” la vostra cartella da inviare per la stampa di un bel po’ di megabyte.

Si va be’ direte voi, ma se devo ripetere l’operazione su centinaia di files?

Niente paura nel prossimo post vi spiego come fare (solo con Photoshop).

Lascia un commento